IBM presenta Watson OpenScale per promuovere l'adozione e la trasparenza dell’Intelligenza Artificiale

La nuova piattaforma aperta e scalabile permette l’utilizzo dell’AI in modo semplice e indipendente dall’ambiente informatico

Armonk - 15 ott 2018: IBM ha presentato Watson OpenScale, una nuova piattaforma tecnologica che indirizza le principali sfide relative all’adozione dell’Artificial Intelligence (AI), quali le perplessità rispetto al modo con cui tali applicazioni rispondono ai quesiti, lo skill gap esistente in questo ambito e le complessità legate all’utilizzo di strumenti di AI prodotti da diverse aziende.

La nuova piattaforma tecnologica di IBM è la prima nel suo genere in quanto consentirà alle aziende di gestire l'AI in modo trasparente, indipendentemente da quelli che sono gli ambienti di sviluppo e di esecuzione delle applicazioni. Infatti, non appena le applicazioni di Intelligenza Artificiale vanno in esecuzione, Watson OpenScale è in grado di rilevare e correggere i bias presenti.

“Per accelerare l’adozione dell’AI le aziende necessitano di un unico ambiente in cui far girare le loro applicazioni di intelligenza artificiale” afferma Davide Kenny, SVP IBM Cognitive Solutions. “Siamo in prima linea a promuovere l’utilizzo dell’AI che i nostri clienti preferiscono, indipendentemente dal produttore , e l’utilizzo di Watson OpenScale di IBM rende l’AI trasparente e facile da gestire. Questo mercato crescerà solo se le aziende avranno fiducia nell’AI e potranno scalare senza limitazioni di piattaforma IT utilizzata.

Un recente studio svolto da IBM intervistando 5.000 responsabili d’azienda di livello apicale, riporta che l'82 percento delle aziende sta valutando l'utilizzo dell'AI, mentre il 63 percento non possiede le capacità interne per gestire questa tecnologia con sicurezza. Inoltre il 60 percento si ritiene ostacolato da perplessità rispetto a fiducia e conformità.
 

I vantaggi di Watson OpenScale

Watson OpenScale automatizza la comprensione, mitiga i pregiudizi e fornisce tracciabilità sull'AI fornita dall’industria del tech in modo indipendente dal produttore. Aiuta le aziende a:

  • Comprendere in che modo le applicazioni AI rispondono ai quesiti: Watson OpenScale spiega come vengono formulate le raccomandazioni AI con i termini usati quotidianamente in azienda.
     
  • Indirizza automaticamente i bias nelle applicazioni AI: Watson OpenScale monitora continuamente le applicazioni AI e previene i bias attraverso una tecnologia “anti-pregiudizio” unica, potente e automatizzata.
  • Permette che le applicazioni AI siano verificabili: Watson OpenScale registra ogni previsione, ogni versione del modello e tutti i dati di addestramento utilizzati, insieme a tutte le metriche per aiutare le aziende a essere conformi a normative come GDPR.
     
  • Manage and scale AI in an interoperable fashion: Watson OpenScale can work with anyopen source machine learning or deep learning model, such as Tensorflow, Scikitlearn, Keras and SparkML. It can also handle applications and models trained and hosted on any common environment, including IBM Watson, IBM PowerAI, Seldon, AWS SageMaker, AzureML and other non-IBM engines. 
     
  • Gestire e scalare l'AI in modo interoperabile: Watson OpenScale può lavorare con qualsiasi modello di machine learning o deep learning open source, come Tensorflow, Scikitlearn, Keras e SparkML. Può inoltre gestire applicazioni e modelli addestrati e ospitati in qualsiasi ambiente comune, inclusi IBM Watson, IBM PowerAI, Seldon, AWS SageMaker, AzureML e altri motori non IBM.

 

Watson OpenScale sarà disponibile via IBM Cloud e IBM Cloud Private entro l’anno.

 

 

 

                                                

Contatti

Claudia Ruffini

IBM Media Relations 3356325093 cla@it.ibm.com

Alessandro Ferrari

IBM Media Relations 3484554535 ale_federferrari@it.ibm.com

XML feed collegati
Argomenti XML feed
Analytics
News about IBM solutions that turn information into actionable insights.
Cloud Computing