IBM: passi in avanti per aprire la scatola nera dell'intelligenza artificiale

Nuovi comandi di rilevazione e mitigazione di bias basati sul cloud puntano a garantire maggiore trasparenza in tutti i processi decisionali che avvengono tramite sistemi di intelligenza artificiale.

Armonk, NY - 19 set 2018: IBM ha presentato oggi una tecnologia in grado di garantire alle aziende maggiore trasparenza delle soluzioni di intelligenza artificiale, permettendo di sfruttare ancor più il loro potenziale.

Il servizio software, che rileva automaticamente eventuali errori e spiega il processo con cui l'intelligenza artificiale prende le decisioni, funziona sul cloud di IBM aiutando le organizzazioni a gestire i sistemi di intelligenza artificiale utilizzati da molti attori del settore industriale. IBM Services collaborerà anche con le imprese contribuendo all'applicazione del nuovo servizio software.

Inoltre, IBM Research distribuirà all'interno della comunità open source un kit di strumenti di rilevazione e mitigazione di bias basato sull'intelligenza artificiale, presentando strumenti e istruzioni in grado di incoraggiare la collaborazione globale per affrontare gli errori attraverso soluzioni di intelligenza artificiale.

IBM ha assunto una posizione leader nella definizione di principi di fiducia e trasparenza per lo sviluppo di nuove tecnologie basate sull'intelligenza artificiale,” afferma David Kenny, SVP di Cognitive Solutions presso IBM. “È tempo di mettere in pratica questi principi. Garantiamo ulteriore trasparenza e controllo alle imprese che utilizzano l'intelligenza artificiale e si trovano ad affrontare i potenziali rischi associati a un processo decisionale scorretto.”

Questi sviluppi sono stati possibili in seguito a una nuova ricerca da parte dell'Institute for Business Value di IBM secondo cui mentre l'82% delle imprese stanno prendendo in considerazione la possibilità di utilizzare soluzioni di intelligenza artificiale, il 60% teme invece eventuali problemi legati alla responsabilità e il 63% non dispone di competenze interne in grado di gestire in modo sicuro tale tecnologia.

Visibilità delle decisioni prese grazie a sistemi di intelligenza artificiale

Le nuove funzioni di IBM associate a fiducia e trasparenza sul cloud di IBM funzionano con modelli derivanti da una vasta gamma di strutture di apprendimento automatico e ambienti realizzati grazie a soluzioni di intelligenza artificiale come Watson, Tensorflow, SparkML, AWS SageMaker e AzureML. Grazie a queste novità le organizzazioni possono sfruttare i nuovi comandi per la maggior parte dei modelli di intelligenza artificiale più popolari utilizzati dalle imprese.

Il servizio software può anche essere programmato per monitorare i fattori decisionali unici di ogni flusso di lavoro, che in questo modo può essere personalizzato in base ad ogni specifica applicazione organizzativa.

 

Il servizio software completamente automatizzato descrive il processo decisionale e rileva gli errori in tutti i modelli di intelligenza artificiale in fase di esecuzione – durante lo stesso processo decisionale – catturando risultati potenzialmente inattesi nel momento stesso in cui si verificano. Inoltre svolge anche un'altra importante funzione di raccomandare i dati da integrare al modello al fine di mitigare tutti gli eventuali errori rilevati.

 

Le spiegazioni sono fornite con termini di facile comprensione, mostrando quali fattori hanno portato ad una decisione in una direzione rispetto che in un'altra, la fiducia in una raccomandazione e i fattori presenti dietro tale fiducia. Inoltre, i documenti relativi a precisione, prestazione e correttezza del modello e l'origine dei sistemi di intelligenza artificiale, sono tracciati e richiamati in modo semplice per motivi di assistenza clienti, normativi e di conformità – come la conformità GDPR.

A tutte queste funzionalità è possibile accedere attraverso dashboard grafici, che permettono agli utenti aziendali una capacità senza precedenti di comprendere, spiegare e gestire decisioni basate sull'intelligenza artificiale e che assicurano una minore dipendenza sulle competenze di intelligenza artificiale specializzate.

IBM metterà anche a disposizione nuovi servizi di consulenza per aiutare le società a progettare processi aziendali e interfacce uomo-intelligenza artificiale, riducendo al minimo l'impatto di eventuali errori sul processo decisionale. 

Applicazione della comunità open source per realizzare un'intelligenza artificiale più corretta

Inoltre, IBM Research metterà a disposizione della comunità open source il kit di strumenti AI Fairness 360  -- una libreria di nuovi algoritmi, codici e tutorial che forniranno ad accademici, ricercatori e data scientist strumenti ed informazioni per integrare la rilevazione di bias in fase di realizzazione e applicazione di modelli di apprendimento automatico. Mentre altre risorse open-source sono concentrate solo sulla verifica della presenza di errori nel dati sulla formazione, il kit di strumenti IBM AI Fairness 360 creato da IBM Research contribuirà alla rilevazione e mitigazione di errori in tutti i modelli di intelligenza artificiale. Invita la comunità open source globale a collaborare al fine di far avanzare la scienza e rendere più semplice affrontare gli errori nel campo dell'intelligenza artificiale. Maggiori informazioni qui.

Uno studio mette in evidenza priorità e ostacoli per l'applicazione dell'intelligenza artificiale mainstream

In base allo studio appena pubblicato di IBM con il contributo di 5.000 C-Suite executive - IBM Institute for Business Value AI 2018 Report - è in atto un significativo cambiamento su come i leader aziendali guardano al potenziale dell'intelligenza artificiale per favorire il valore aziendale e la crescita del fatturato.

Tra i risultati principali:

·    L'82% delle imprese e il 93% delle imprese ad alto rendimento stanno attualmente prendendo in considerazione o portando avanti l'idea di adottare l'intelligenza artificiale con la finalità di generare fatturato.

·    Il 60% teme questioni associate alla responsabilità e il 63% non possiede le competenze per valorizzare il potenziale dell'intelligenza artificiale.

·    I CEO ritengono che il valore maggiore garantito dall'utilizzo dell'intelligenza artificiale sia destinato a IT, sicurezza informatica, innovazione, assistenza clienti e gestione dei rischi.

·    L'utilizzo dell'intelligenza artificiale è maggiore e ha probabilità di accelerare più velocemente in settori più digitalizzati come i servizi finanziari. 

 

IBM e l'intelligenza artificiale

Leader mondiale nei servizi software basati sull'intelligenza artificiale e nelle tecnologie per le aziende, IBM ha ideato le soluzioni di intelligenza artificiale Watson per oltre 16.000 applicazioni di clienti in 20 settori e 80 paesi. IBM è fornitore leader nel mercato delle piattaforme software cognitive/basate sull'intelligenza artificiale, secondo IDC.*  Le soluzioni di intelligenza artificiale Watson di IBM sono ampiamente applicate nei settori industriali (per esempio da 7 su 10 delle maggiori aziende automobilistiche e da 8 su 10 delle maggiori società di petrolio e gas).

Contatti

Alessandro Ferrari

External Relations lead 348 4554535 alessandro_ferrari@it.ibm.com

XML feed collegati
Argomenti XML feed
IBM Watson
Servizi e Soluzioni
Servizi e soluzioni