Nodi di elaborazione IBM Flex System basati sui processori POWER

Soluzioni UNIX, Linux e IBM i per il business

Le aziende che passano allo Smarter Computing realizzano le loro infrastrutture IT su sistemi di architettura IBM® POWER® per battere la concorrenza, fornendo servizi più rapidamente, differenziando le loro offerte grazie a soluzioni di qualità superiore e trasformando i costi operativi in opportunità di investimento, con ritorni economici straordinari.

I processori POWER, col software e le competenze dei domini offrono l'infrastruttura ideale per progettare sistemi ottimizzati per i workload delle applicazioni AIX, IBM i e Linux. Queste soluzioni integrano la tecnologia di virtualizzazione PowerVM leader di settore che offre maggiore densità per workload, capacità di throughput superiore, costi ridotti per VM e scalabilità senza paragoni, diversamente dalle soluzioni di virtualizzazione concorrenti, come VMware. Con funzioni RAS (Reliability, Availability, Serviceability) e sicurezza di gran lunga superiori rispetto alla concorrenza, POWER offre la resilienza e le prestazioni necessarie per i workload mission critical.

Nodi di elaborazione POWER Utilizzo di business Processore Capacità di memoria (Max) Storage interno (Max)

IBM Flex System p260

Ideale per ottimizzare una vasta gamma di workload infrastrutturali e general purpose. Processori POWER7® a 64 bit con 8 o 16 core, accelerazione Hardware Decimal Floating-Point e AltiVec SIMD oppure processori POWER7+ a 64 bit con 8 o 16 core, VSX, accelerazione Memory Expansion ed Encryption 16 DIMM;
fino a 512GB
Fino a 1,8TB

IBM Flex System p460

Progettato per workload commerciali complessi che richiedono scalabilità e prestazioni superiori. 16 o 32 core POWER7® a 64 bit con accelerazione AltiVec SIMD e Hardware Decimal Floating-Point 32 DIMM;
fino a 1TB
Fino a 1,8TB  

Contatta IBM

Offerte speciali

Ulteriori informazioni su IBM Flex System

Gli elementi che formano IBM PureFlex e PureApplication Systems

Virtualizzazione dei server a confronto

  • La più recente tecnologia dei server evidenzia un throughput PowerVM superiore del 78% rispetto a VMware