Vai al contenuto principale

IBM e Politecnico Milano, insieme sulla Business Data Analytics

Al via, primo in Europa, il Collaborative Innovation Center dedicato allo sviluppo di competenze in un’area strategica per l’economia. Stime Insead-Empirica-IDC indicano in centinaia di migliaia i posti di lavoro generabili a livello continentale entro 3 anni. Cinque i programmi intorno a cui ora sostenere formazione e ricerca, con un orizzonte di lungo periodo.

Milano - 17 giu 2013: IBM e Politecnico di Milano annunciano oggi nel capoluogo lombardo la creazione di un nuovo Centro per l’Innovazione, primo nel suo genere in Europa, dedicato ai Big Data e alla Business Analytics il cui obiettivo, secondo un modello di aperta collaborazione esteso nel tempo, è il riconoscimento della loro rilevanza, sia in ambito accademico sia nel business, attraverso specifici programmi di formazione delle competenze.

I Big Data sono considerati la nuova risorsa naturale del pianeta e, insieme all’area della Business Analytics, individuano oggi uno dei fenomeni a più elevato tasso di sviluppo in tutto il mondo, con ripercussioni attese su ogni tipo di organizzazione in termini di sfide e opportunità.
Le stime di IDC, secondo cui il valore dei servizi tecnologici correlati passerà dai 3,2 miliardi di dollari di tre anni fa ai 16,9 miliardi del 2015, equivalgono - come ricorda il MIT - a un incremento del 5% nella produttività aziendale.
Entro il medesimo orizzonte temporale, Gartner prevede la creazione di 1,9 milioni di posti di lavoro per il solo mercato statunitense mentre un’indagine condotta da Insead, Empirica e IDC Europe indica che i trend di crescita di Big Data e Analytics genereranno, secondo i due scenari più probabili, un volume di nuovi ‘digital job’ compreso tra le 372.000 e le 864.000 unità.
Il 70% di tale domanda dovrebbe coprire le esigenze espresse dalle piccole e medie aziende.

Il nuovo Centro per l’Innovazione nasce proprio per stimolare la preparazione universitaria e le potenzialità di nuovo business su percorsi di sviluppo convergente, agevolando la comprensione dei fenomeni e aprendo la strada a percorsi di carriera specializzati.

In sintesi, la visione di IBM e Politecnico di Milano per il prossimo quinquennio prevede di focalizzare gli sforzi su cinque specifici programmi che vanno dalla laurea Magistrale al PhD, dai corsi post-graduate della School of Management agli ambiti delle start-up e degli spin-off, fino al coinvolgimento delle imprese. Formazione di nuove competenze professionali ad hoc, creazione di una cultura che riconosca il valore strategico della gestione dei dati - e il processo decisionale a esso legato - a sostegno dell’imprenditorialità e delle stesse organizzazioni già posizionate sul mercato sono le finalità ultime dell’iniziativa il cui comune denominatore resta una costante attività di ricerca.

“La Business Data Analytics è un’area di ricerca che riteniamo strategica ed estremamente promettente – ha affermato il Rettore Giovanni Azzone – sviluppare questo progetto con un partner come IBM pone il nostro nuovo Centro in una posizione di avanguardia accademica e consentirà al contempo a questa grande azienda di poter collaborare con un gruppo di ricerca estremamente qualificato. Sono sicuro che i risultati di questa partnership porteranno grandi soddisfazioni ad entrambi”.

“Alla luce delle specificità proprie del nuovo Centro - dichiara Nicola Ciniero, presidente e amministratore delegato di IBM Italia - la partnership rispecchia l’impegno profuso ogni giorno con le migliori Università del mondo per creare sinergie utili al processo di innovazione di ogni Paese in cui operiamo. I risultati ottenuti con il Politecnico confermano che qui ci sono intelligenze e risorse preziose, cui noi mettiamo a disposizione un network globale di prim'ordine. Basti pensare - conclude Ciniero - che nel solo triennio 2010-2013 abbiamo investito in ricerca oltre 19 miliardi di dollari e che, ininterrottamente dal 1993, deteniamo la leadership nel numero di brevetti depositati
negli Usa.”

A testimonianza di tutto ciò, il direttore di Ricerca del Laboratorio IBM di Almaden, Jim Spohrer, prenderà parte alla cerimonia di firma dell’accordo tenendo poi alle ore 17, al Campus Bovisa, una lezione per studenti, docenti e imprenditori dal titolo “From Computer Science to Service Science to Data Science: how IBM works with Universities around the world”.

Contatti

Alessandro Ferrari
External Relations Manager
+39-0259624690
+39-3484554535
alessandro_ferrari@it.ibm.com

XML feed collegati
Argomenti XML feed
Analytics
News about IBM solutions that turn information into actionable insights.
Servizi e Soluzioni
Servizi e soluzioni
Software
Information Management (DB2), Workplace, Portal e Software per la Collaborazione (Lotus), Tivoli, Rational, WebSphere, open standard, open source