Vai al contenuto principale

IBM promuove la collaborazione con organizzazioni pubbliche e private sulla cybersicurezza: ecco l’IBM Institute For Advanced Security (IAS)


Select a topic or year


Milano - 09 mar 2010: IBM ha annunciato un’iniziativa sulla cyber-security, nella quale convergeranno le competenze che l’azienda vanta nelle aree della Ricerca,  dei Servizi, del Software e della Tecnologia, al fine di aiutare i clienti del settore pubblico e privato a migliorare la sicurezza e la resilienza dei loro sistemi IT e di business.

A febbraio 2010, IBM, la Security & Defence Agenda (SDA) e alcuni ‘think tank’ internazionali hanno coinvolto circa 4.000 esperti globali, provenienti da pubblica amministrazione, industria, mondo accademico e organizzazioni non governative, in un dialogo virtuale sulle più grandi sfide mondiali in materia di sicurezza.  La cyber-security è stata individuata come potenziale minaccia significativa alla pace e alla stabilità internazionale, e diversi esperti hanno invocato la creazione di un’agenzia per la cyber-sicurezza, con l’obiettivo di intensificare la collaborazione tra settore pubblico e privato e sensibilizzare i leader globali sulle problematiche legate alla sicurezza del web.

Per affrontare queste problematiche, IBM presenta oggi anche in Italia, in occasione dell’IBM Security Day di Roma, l’Institute for Advanced Security:  un’iniziativa volta a supportare aziende, università e partner a comprendere, affrontare e mitigare più agevolmente i problemi associati alla protezione del cyberspazio. L’Istituto, con sede a Washington, D.C., collaborerà con dirigenti del settore pubblico e privato  e permetterà l’accesso ad una vasta gamma di risorse, per aiutare la pubblica amministrazione a proteggere in modo più efficiente ed efficace le informazioni critiche, su cui incombono dal cyberspazio minacce sempre più pericolose ed onerose.

Gli esperti IBM provenienti da ogni divisione aziendale convergeranno nell’Istituto per aiutare i clienti ad affrontare le sfide esistenti ed emergenti, utilizzando le tecnologie, i servizi e le soluzioni piu’ avanzate per prevedere, prevenire e mitigare il crescente rischio, ed il potenziale impatto economico, di un cyber attacco.  Ad esempio, la U.S. Air Force ha di recente scelto IBM per progettare e realizzare un’infrastruttura di cloud computing altamente sicura, in grado di supportare le reti di difesa e di intelligence. L’approccio proposto da IBM invita le organizzazioni, pubbliche e private, a progettare la sicurezza ‘by design’, ovvero in fase di progettazione delle loro infrastrutture e sistemi, evitando di aggiungere la sicurezza a posteriori, dopo il verificarsi di un evento.

L’Istituto offrirà inoltre un forum per consentire ai clienti di comprendere meglio come i risultati della Ricerca IBM - ad esempio la rivoluzionaria crittografia totalmente omomorfica – possano aiutarli ad operare in modo piu’ efficace, proteggendo al contempo la privacy e la sicurezza delle informazioni critiche.

“Oggi non mancano certo prodotti e servizi di sicurezza, ma aggiungerli dopo che un sistema è stato sviluppato o implementato di rado funziona. Inoltre, le minacce attuali in rapida evoluzione rendono questi approcci “aggiuntivi” ancora meno efficaci, soprattutto in un momento in cui i clienti diffidano di sistemi di sicurezza che non realizzano un veloce ritorno dell’investimento”, spiega Charles Palmer, director dell’Institute for Advanced Security e chief technologist di Cybersecurity and Privacy per IBM Research. “IBM collaborerà con clienti della pubblica amministrazione e di altre organizzazioni per aiutarli a comprendere a fondo come sviluppare e integrare sistemi di protezione efficaci nell’ambito dei loro sistemi e servizi critici”.

 IBM, che detiene piu’ di 3.000 brevetti in materia di sicurezza e gestione del rischio e mantiene uno dei piu’ completi database del mondo sulle minacce e vulnerabilita’, si avvarra’ dell’IBM Institute for Advanced Security per applicare le capacita’ e l’esperienza dei suoi 15.000 esperti in sicurezza a una vasta gamma di sfide per la cybersecurity e la privacy.

 L’Istituto inoltre potenziera’ e sosterra’ l’esistente collaborazione di IBM con i leader della Pubblica Amministrazione e del settore privato, e fungera’ da punto focale per i nuovi clienti, i policy makers  e altri utenti chiave, che potranno accedere e collaborare con gli esperti in cybersecurity che IBM vanta in tutto il mondo. Si impegnera’ inoltre in una collaborazione pubblico-privata ed  in attivita’ di definizione di politiche per stimolare l’innovazione nei modelli e nelle funzionalita’ di sicurezza della prossima generazione, essenziali per il progresso nello scenario della cybersecurity.

Ulteriori informazioni sul software, i servizi e le iniziative annunciati oggi è disponibile su http://www-03.ibm.com/security/.

XML feed collegati
Argomenti XML feed
Security
Security