Vai al contenuto principale

Mobile Wireless Accessibility (MWA)

Mobile Wireless Accessibility (MWA)

IBM e la disabilità

Per quanto riguarda la gestione delle persone con disabilità, la strategia IBM va oltre il concetto di integrazione. Infatti, permettere ad ognuno di poter esprimere al massimo le proprie potenzialità, attraverso la creazione di un ambiente inclusivo e privo di barrriere, fisiche e logiche, consente di valorizzare i talenti e di massimizzare produttività e innovazione.
L’impegno di IBM su questo tema è lontano nel tempo, quando ancora non si faceva riferimento a strategie di diversity management: la nostra azienda ha spesso precorso la legislazione in materia di uguaglianza.
Ad esempio nel 1914 IBM Corporation assume un disabile, 76 anni prima della legge americana sulla disabilità.

Per rendere effettiva ed applicabile l’integrazione, nell’ambito dell’organizzazione che in IBM si occupa di Diversity and Inclusion, esiste una task force denominata ‘People with Disabilities’ che ha due principali obiettivi: da un lato, favorire l’integrazione sociale e lavorativa delle persone disabili, attraverso una gestione allineata e coerente a quella aziendale, dall’altro capitalizzare sulla presenza di una popolazione diversificata all’interno dell’azienda, che rispecchi la realtà esterna anticipandone anche nuove esigenze, sulle quali costruire delle nuove opportunità.

Nei suoi laboratori di ricerca IBM sperimenta nuove soluzioni tecnologiche personalizzate ed accessibili a qualsiasi utente e, in particolare, alle persone disabili.

L’obiettivo è che tutti i dipendenti siano in grado di sviluppare le proprie conoscenze e abilità al fine di ricevere la massima soddisfazione dal proprio lavoro.

Ogni disabile viene affiancato da un tutor che lo guida nel percorso lavorativo e ha a disposizione un terminale mobile, con la giusta interfaccia per i differenti tipi di disabilità, che gli consente di usufruire dei servizi e delle informazioni aziendali, in completa mobilità, concentrando sul dispositivo mobile tutte le attività normalmente svolte sul personal computer e sul telefono cellulare.

Oltre al lavoro quotidiano i disabili possono partecipare a gruppi di lavoro che sviluppano progetti e servizi finalizzati a facilitare l'accessibilità e la fruizione di informazioni da parte di tutti.

La soluzione Mobile Wireless Accessibility (MWA)  

Mobile Wireless Accessibility nasce nel 2004 come progetto pilota di IBM Italia e viene sviluppato in collaborazione con IBM Human Centric Solutions Center – il centro di ricerca europeo che si occupa di favorire l’accessibilità della rete e ideare soluzioni per fornire informazioni e servizi su dispositivi mobili multicanale.

L’obiettivo è di cambiare radicalmente il modo di comunicare e accedere alle informazioni, utilizzando un unico strumento mobile dotato di una particolare ergonomia, che può essere usato ovunque e in ogni momento. Compito del servizio MWA Services è portare tutti i lavoratori allo stesso livello e dare a tutti le stesse possibilità di carriera.
Grazie all’impegno e alla professionalità di persone disabili e non, IBM sviluppa differenti progetti per le aziende, le organizzazioni e la società civile:
MWA è un progetto di IBM che consente ai dipendenti di svolgere le normali attività lavorative quando e come preferiscono. MWA oltre a consentire una piena integrazione tra servizi di telefonia mobile e fissa attraverso la tecnologia Voice over IP, ne permette la fruizione in condizioni particolari, come impedimenti all'uso della vista, dell’udito o del movimento dovuti all’ambiente o al contesto.

L'obiettivo è rendere l’ambiente pienamente accessibile e consentire all'utente di sfruttare appieno tutte le applicazioni in mobilità.

MWA è oggi a disposizione anche di organizzazioni pubbliche e private che necessitano di migliorare il lavoro di ogni dipendente, di permettere ai disabili di accedere a tutto il materiale digitale di e-learning (documenti digitali, podcast, etc.) e di svolgere professioni di alto profilo, diventando una preziosa risorsa per l’azienda.

MWAact -  Accessibile City Tagging

La IBM collabora da parecchi anni con Nokia per cercare di portare nelle soluzioni Mobile delle novita' strutturali: per strutturali intendiamo novita' che cambiano la vita delle persone. La tecnologia serve e deve rispondere a questa esigenza. Grazie a questa collaborazione, oggi stiamo completamente cambiando la vita di molte persone diversamente abili. Attraverso questi strumenti queste persone possono davvero rientrare in un processo collaborativo e lavorativo a pieno titolo. La mobile computing ha dimostrato di rispondere bene a queste esigenze, quindi dare una nuova identità e una nuova verità a questi terminali grazie alla disponibilità di rete, consentendo, così, di raccogliere sfide anche più complesse.

IBM sta già lavorando con alcune città italiane a supporto delle loro azioni di trasformazione, ponendo l’IT fra le variabili cardine del processo ed interagendo con le varie e differenti realtà territoriali. Il progetto Accessible City Tagging, permette di ricevere sul proprio SmartPhone informazioni circa l’accessibilità delle strutture della città. In questo caso l’ambiente tecnologico è costruito unicamente per questo scopo ed il Comune si fa garante delle informazioni presenti al suo interno assicurandone la manutenzione periodica. Esempio di soluzioni offerte :

Guarda il video

www.youtube.com/watch

 MWAguide -  Indoor Guidance System

 Sviluppato con il centro di ricerca dell'Università della Sapienza di Roma è un sistema di orientamento indoor, basato su localizzazione wi-fi, destinato ad essere usato prevalentemente in strutture aziendali e della pubblica amministrazione.
Il prototipo dell’applicazione fornisce uno strumento di navigazione all’interno della struttura del CATTID (centro di ricerca dell’Università Sapienza in cui è stato ideato e sviluppato il servizio) ed è naturalmente adattabile ad ogni altro ambiente.
L’applicazione rappresenta un valido aiuto alla mobilità di persone ipovedenti o non vedenti, ad integrazione degli strumenti ausiliari tradizionali, come il bastone bianco.

Il progetto MWA 4 Wheels, in collaborazione con il Politecnico di Milano, si propone di migliorare l’accessibilità per le persone con gravi disabilità motorie. In particolare permetterà agli studenti di:

In quest’ottica ogni studente sarà dotato di uno smartphone che, oltre a fungere da normale telefono cellulare, possa essere l’elemento di interfaccia tra il soggetto e il mondo che lo circonda, utilizzando il joystick come mouse.

 

MWA4Wheels -  Plugged in Wheelchair

Il progetto MWA 4 Wheels,in collaborazione con il Politecnico di Milano, si propone di migliorare l’accessibilità per le persone con gravi disabilità motorie. In particolare permetterà agli studenti di:

In quest’ottica ogni studente sarà dotato di uno smartphone che, oltre a fungere da normale telefono cellulare, possa essere l’elemento di interfaccia tra il soggetto e il mondo che lo circonda, utilizzando il joystick come mouse.

 

MWAHealthcare -  Plugged in Medical Staff

La soluzione MWA for the Healthcare Industry realizza un nuovo modello di comunicazione e collaborazione tra personale sanitario e applicazioni mediche, con l’obiettivo di:

La soluzione MWA permette al personale medico di accedere alle informazioni mentre si muove nell’ospedale, indipendentemente dalla sua localizzazione fisica. Inoltre, questa soluzione permette di identificare e localizzare i pazienti attraverso l’utilizzo di uno smartphone personale.
La convergenza di voce, dati, video su un unico dispositivo mobile permette al medico di identificare il paziente, vederne la storia, l’anamnesi, la diagnosi, dovunque e in qualsiasi momento, con un consistente risparmio di tempo.

Guarda il video.



MWAColor -  Colors Recognition

Il progetto MWA Vision Suite in collaborazione con l'Università degli Studi di Pavia nasce con lo scopo di utilizzare a pieno le potenzialità finora inespresse di tecnologie già esistenti sul mercato nel riconoscimento del colore con l’obiettivo di facilitare la vita quotidiana di persone disabili e normodotate, evitando all’utente finale l’acquisto di ulteriori dispositivi dedicati e monofunzionali. Inquadrando un oggetto con il proprio telefono cellulare, MWA COLOR il primo modulo sviluppato, è in grado di acquisire ed elaborare l’immagine, comunicandone il colore all’utente finale mediante sintesi vocale.

Guarda il video

www.youtube.com/watch

Comunicati stampa
Data Titolo
04 mar 2010 Comune di Nettuno e IBM avviano un progetto hi-tech per l’accessibilità della città ai disabili
12 mag 2009 IBM e Politecnico di Milano: accordo per promuovere l’accessibilità
15 lug 2009 Con le tecnologie ICT oltre la disabilità
02 mag 2007 IBM al Forum PA 2007: il cittadino in primo piano
17 mag 2007 IBM al Forum PA 2007: il cittadino in primo piano
12 nov 2007 IBM e l’Università di Roma “Sapienza” lavorano insieme al progetto Mobile Wireless Accessibility

Contatti per i Press kit

morgana.stell@it.ibm.com
IBM Media Relations
+39 02 5962 0963
+39 335 7693528
morgana.stell@it.ibm.com